INCO - Istituto Nazionale per la Cura dell'Obesità

Responsabile: Dott. Alessandro Giovanelli

Reparto
Ambulatorio
Centro Alta Specialità

Segreteria e Patient Manager 

Nicola Ghilardi (IRCCS Policlinico San Donato)

Claudia Procopio (IRCCS Policlinico San Donato)

Marta Grassi (Istituto Clinico Sant'Ambrogio)

Case Management

Daniela De Candia

Raffaella Supino

Informazioni e prenotazioni 

IRCCS Policlinico San Donato

obesita.psd@grupposandonato.it

Tel. 02-52774836

Istituto Clinico Sant'Ambrogio

obesita.icsa@grupposandonato.it

Tel. 02-33127075 Fax 02-33127076

 

Logo inco nuovo
 
 
  • EQUIPE
  • ATTIVITA'

    L’IRCCS Policlinico San Donato è anche sede dell’Istituto Nazionale per la Cura dell’Obesità (INCO), dal 2010 centro di riferimento nazionale per la diagnosi e cura del trattamento multidisciplinare dell’obesità.

    Presso l’Istituto Nazionale per la Cura dell’Obesità vengono effettuati interventi chirurgici con le più innovative tecniche video-laparoscopiche e mininvasive, oltre che trattamenti dietologici e psico-comportamentali, nell'ottica di un approccio assistenziale continuativo a misura di paziente.

    È diretto dal Dott. Alessandro Giovanelli, che da anni si occupa di obesità, con una casistica fra le più importanti d’Italia.

    Dal 2010 INCO ha trattato oltre 10.000 pazienti, realizzando ogni anno circa 1.500 procedure di chirurgia bariatrica e metabolica.  A questi numeri va aggiunto il trattamento di oltre 1.000 pazienti ogni anno che non hanno fatto ricorso alla chirurgia, ma hanno intrapreso un percorso di riabilitazione nutrizionale.

    L’Istituto si avvale di un team multidisciplinare composto da tutte le professionalità necessarie per la gestione efficace di una malattia multifattoriale particolarmente complessa come l’obesità, che accompagnano il paziente nelle varie fasi del percorso diagnostico-terapeutico: clinico-assistenziale, dietistico-metabolica, psichiatrica e psicologica, riabilitativa respiratoria e motoria e chirurgico-ricostruttiva. Il Patient Manager, figura nuova nel panorama medico italiano, assicura al paziente continuità e assistenza nel percorso clinico, mentre il Case Manager, infermiere dedicato, testimonia l’approccio distintivo al paziente bariatrico.

    La struttura di INCO segue un modello Hub&Spoke, con due sedi operative presso l’IRCCS Policlinico San Donato (San Donato Milanese) e l’Istituto Clinico Sant’Ambrogio (Milano), e sedi satelliti ambulatoriali dislocate in tutte le regioni italiane e coordinate a livello centrale, in cui operano in sinergia professionisti del territorio e specialisti del team INCO, assicurando al paziente assistenza clinica e logistica nella propria area di residenza.

    INCO non è dedicato solo a coloro che devono perdere peso, ma anche per tutti gli altri pazienti obesi che, per malattie differenti, funzionali o organiche, necessitano di una specifica assistenza clinica.

  • PAZIENTI CANDIDATI AL TRATTAMENTO

    Gli interventi chirurgici per il trattamento dell’obesità patologica hanno motivazioni di carattere medico e non estetico. Lo scopo della chirurgia bariatrica (cioè della chirurgia che si occupa di obesità) è quello di trattare e prevenire le complicanze legate all'obesità, e non quello di ottenere un peso corporeo ideale.

    Pertanto, la richiesta e il consenso a sottoporsi a intervento chirurgico devono essere motivati da una necessità di volere ridurre in modo duraturo l’eccesso di peso, in quanto la condizione di obesità interferisce in modo fortemente negativo sulla qualità di vita, esponendo il paziente a rischi di gravi complicanze cardiache, respiratorie, metaboliche, psicologiche e oncologiche.

    I parametri per accedere al percorso di chirurgia bariatrica in INCO sono gli stessi descritti nelle linee guida internazionali:

    • BMI (Indice di Massa Corporea inteso come: PESO in kg/ALTEZZA² in m) compreso tra 35 e 39,9 in presenza di almeno una patologia correlata (es. diabete, ipertensione arteriosa, dislipidemia, sindrome delle apnee notturne, osteo-atropatie);
    • BMI superiore a 40, anche in assenza di patologie correlate;
    • Idoneità multidisciplinare da parte di obesiologo (dietologo o endocrinologo), psichiatra, psicologo e dietista, e accurata valutazione degli esami strumentali eseguiti;
    • Pregressi tentativi dimagranti, dietetici o farmacologici (sotto controllo medico), negli ultimi anni senza risultati duraturi;
    • Età compresa tra i 18 e i 65 anni.

  • IL PERCORSO DEL PAZIENTE BARIATRICO

    Tutti i pazienti devono essere attentamente inquadrati attraverso valutazioni cliniche e strumentali, endocrinologiche, metaboliche e psichiatriche, volte ad escludere cause primitive di obesità o controindicazioni al tipo di tecnica chirurgica.

    PRENOTAZIONE PRIMA VISITA CHIRURGICA

    È il primo passo per entrare all’interno del percorso multidisciplinare proposto da INCO.

    STUDIO MULTIDISCIPLINARE DEL PAZIENTE

    Consiste in valutazioni specialistiche (obesiologi, dietisti, psicologi, psichiatri e se necessario, pneumologi e cardiologi) e indagini strumentali (esofago-gastroduodenoscopia con biopsia, ecografia addome completo, RX tubo digerente e, se necessario, polisonnografia ed ecocardiografia), utili ad approfondire lo stato clinico del paziente e a escludere cause primitive di obesità e la coesistenza di comorbilità. Solo dopo una valutazione accurata da parte di tutti gli specialisti, viene confermata l’idoneità alla procedura chirurgica/endoscopica o al percorso riabilitativo.

    PRERICOVERO

    Ottenuta l’idoneità, può essere programmato il ricovero, che ha inizio con un primo colloquio con anestesista e chirurgo, durante il quale viene confermata l’idoneità.

    INTERVENTO

    La quasi totalità degli interventi chirurgici bariatrici viene condotta in videolaparoscopia. La laparoscopia è una procedura mininvasiva che consente la realizzazione dell’intervento tramite minime incisioni della parete addominale (di regola 5), attraverso le quali vengono introdotti una telecamera e gli strumenti chirurgici.

    DECORSO POST-OPERATORIO

    All’interno di INCO viene utilizzato il protocollo ERAS (Enhanced Recovery After Surgery), che garantisce una ripresa rapida e ottimale dopo l’intervento. Le tecniche utilizzate per le procedure, inoltre, consentono di minimizzare le complicanze post-operatorie e di evitare il posizionamento del sondino naso-gastrico o il catetere vescicale. La degenza post-operatoria media è di circa 2 notti, per tutti i tipi di intervento.  Il percorso non si conclude con le dimissioni: per ottenere i migliori risultati con il minor rischio di complicanze ed evitare il fallimento della chirurgia, sono necessari controlli clinici e nutrizionali periodici, realizzati da chirurgo, dietista e psicologo, negli anni successivi all’intervento. Il mancato rispetto delle scadenze e dei controlli post-operatori e delle prescrizioni farmacologiche e dietologiche, anche in caso di apparente benessere, può comportare l’insorgenza di complicanze e gravi conseguenze per la salute del paziente stesso.

  • TIPI DI INTERVENTO

    Le tipologie di interventi realizzabili sono di restrizione gastrica, volti a ridurre la capacità dello stomaco e di conseguenza la quantità di cibo ingeribile, misti a prevalente componente gastrorestrittiva ormonale o malassorbitivi, con lo scopo di ridurre l’assorbimento degli alimenti.

    PALLONCINO INTRAGASTRICO

    In sede di gastroscopia, si posiziona un palloncino nello stomaco e si gonfia con aria o acqua per dare un senso di pienezza e sazietà precoce. Il palloncino si tiene per sei mesi e si rimuove sempre in sede di gastroscopia. Non necessita di anestesia.

    BENDAGGIO GASTRICO REGOLABILE

    Intorno alla parte alta dello stomaco si posiziona un anello in silicone che crea un restringimento attraverso il quale il cibo passa in modo lento. Il paziente mangia meno e raggiunge precocemente il senso di sazietà. Il bendaggio è regolabile attraverso una piccola valvola sotto la pelle e, quindi, non visibile. L’intervento è in anestesia generale. Il bendaggio si può tenere tutta la vita.

    SLEEVE GASTRECTOMY

    Consiste in una tubulizzazione dello stomaco (in inglese “sleeve” significa manicotto), che riduce l’organo di circa l’80% del suo volume. È un intervento restrittivo ma con una discreta componente ormonale, in quanto è stato dimostrato che riduce gli ormoni circolanti che causano l’appetito. Non causa alcun malassorbimento. L’intervento è in anestesia generale.

    MINI BYPASS GASTRICO

    Consiste nella creazione di una lunga e stretta tubulizzazione gastrica che viene suturata a un’ansa di intestino tenue, senza che questo venga sezionato. Il mini bypass gastrico permette la perdita di peso sia grazie alla riduzione del volume dello stomaco che a una moderata azione malassorbitiva. L’intervento è in anestesia generale.

    BYPASS GASTRICO

    Si crea una tasca mediante la sezione dello stomaco. La continuità del tratto digestivo si ottiene con un collegamento con il primo tratto di intestino, anch’esso sezionato. Si perde peso per il minor appetito e per una maggiore sazietà. L’intervento è in anestesia generale.

    BYPASS BILIO-INTESTINALE

    Consiste in un differente percorso del cibo che, transitando per un tratto ridotto di intestino, risulta meno assorbito. Ciò si ottiene mediante un’interruzione dell’intestino e un collegamento con la colecisti. Non vengono asportati né organi né parte di essi. L’intervento è in anestesia generale.

    DIVERSIONE BILIO-PANCREATICA

    Consiste nell’asportazione parziale dello stomaco. La contemporanea interruzione dell’intestino permette la deviazione dei succhi digestivi-bilio-pancreatici, che quindi incontrano il cibo più tardi rispetto a quanto avvenga in natura. L’intervento è in anestesia generale.

    Procedure di revisione (redo-surgery)

    La malattia dell’obesità ha un andamento cronico-recidivante, ciò significa che per ogni procedura esiste una percentuale variabile di fallimento e di ripresa di peso nel tempo. Solitamente è possibile intervenire chirurgicamente con una procedura di revisione, volta a bloccare il recupero del peso e indurre un nuovo calo ponderale.

  • TEAM MULTIDISCIPLINARE

    Oltre ai medici chirurghi specialisti, il paziente che accede a INCO è supportato da un team multidisciplinare specializzato:

     

    Obesiologi

    Dott.ssa Carmela Asteria (obesiologa - endocrinologa)

    Dott.ssa Chiara Gallo Stampino (obesiologa - dietologa)

    Dietisti

    Dott.ssa Emanuela Russo

    Dott.ssa Ambra Federica Ciliberto

    Dott.ssa Roberta Lutti

    Dott.ssa Giuliana Vitolo

    Psicologi

    Dott.ssa Silvia Riberto

    Dott.ssa Laura Saino

    Dott.ssa Raffaella Visini

    Psichiatri

    Dott. Marco Pegoraro

    Patient Manager

    Nicola Ghilardi

    Claudia Procopio

    Marta Grassi

  • CENTRI SATELLITE E SEDI OPERATIVE

    CENTRI SATELLITE

    Afragola (NA), Alassio (SV), Asti, Bari, Bitonto (BA), Bergamo, Bologna, Borgosesia (VC), Cagliari, Crema (CR), Fano (PU), Foggia, Genova, Lamezia Terme (CZ), La Spezia, Lecce, Lovere (BG), Lucca, Messina, Nuoro, Olbia, Orio al Serio (BG), Palermo, Pescara, Reggio Calabria, Roma, Sassari, Savigliano (CN), Tavagnacco (UD), Terzigno (NA), Torino, Tortona (AL), Venezia, Verona.

    Per prenotazioni: 329-4071214 (lun-ven 15-19)


    SEDI OPERATIVE

    IRCCS POLICLINICO SAN DONATO

    obesita.psd@grupposandonato.it - Tel. 02-52774836 o 02-527741

    ISTITUTO CLINICO SANT’AMBROGIO

    obesita.icsa@grupposandonato.it - Tel. 02-33127075 – Fax 02-33127076

  • RICONOSCIMENTI

    L’Istituto Nazionale per la Cura dell’Obesità (INCO) del Gruppo San Donato ha ottenuto il riconoscimento come Centro d’eccellenza SICOB a partire dall’anno 2016, a seguito all’accreditamento SICOB che INCO ha acquisito dal 2010 dalla Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle malattie metaboliche. Tale riconoscimento viene accordato solo ai centri in cui chirurghi e struttura ospedaliera sono in linea con i criteri standard d’eccellenza.

    Il Centro esegue procedure validate da SICOB con approccio mininvasivo, proponendo interventi gastrorestrittivi, malassorbitivi o anoressizzanti/metabolici. Importante è lo spazio dedicato alla redo-surgery, ovvero la chirurgia di revisione per procedure bariatriche andate incontro a risultati non soddisfacenti in termini di calo ponderale o controllo metabolico. Tali procedure, spesso a elevata complessità chirurgica, sono oggetto di corsi avanzati interattivi che INCO organizza da alcuni anni, rivolti ai chirurghi bariatrici. Attiva è anche la collaborazione con Scuola ACOI SICOB, attraverso la quale giovani chirurgi possono approfondire la loro esperienza nella chirurgia bariatrica, partecipando in prima persona alla attività chirurgica ed assistenziale.

  • CONVEGNI ED EVENTI

    INCO organizza convegni in tutta Italia sul tema dell'obesità ed è promotore di numerose iniziative che hanno lo scopo di prevenirne l'insorgenza. Gli eventi formativi sono rivolti ai medici di medicina generale, dietisti e specialisti del territorio e sono volti ad analizzare la malattia “obesità” nei suoi aspetti interdisciplinari.

    EVENTI ANNUALI

    • Corsi di aggiornamento professionale annuali in ambito nazionale, come il “Corso di chirurgia bariatrica: redo surgery e organizzazione centro ad alto volume”, aperto a chirurghi o a intere equipe multidisciplinari che vogliono intraprendere od ottimizzare il percorso di cura del paziente bariatrico.

    • Corsi di aggiornamento professionale annuali in ambito internazionale, come “The advanced course for bariatric surgery”, parte nel progetto EMEA (Europe - Middle East - Africa), che consente a chirurghi internazionali di essere attivamente coinvolti nel percorso di cura del paziente bariatrico, assistendo in prima persona a interventi chirurgici primitivi e revisionali e interfacciandosi con i vari componenti del team multidisciplinare INCO durante le varie sessioni.

    • Attività di formazione universitaria in collaborazione con l’Università Vita Salute presso l’Ospedale San Raffaele in ambito gastroenterologico e diabetologico.

    • Corsi di cucina interattiva in varie sedi in Italia, durante i quali i partecipanti possono interfacciarsi con i professionisti INCO e con chef locali, durante la preparazione live di piatti creati ad hoc per il paziente bariatrico.

  • BROCHURE INFORMATIVA

    Cos'è l'obesità? Quando una persona può essere considerata obesa? Come si controlla l'obesità?  In quali casi è indicata la Chirurgia Bariatrica? In cosa consiste l'intervento?

    Leggi la Brochure informativa realizzata dall'Istituto Nazionale per la Chirurgia dell'Obesità, che risponde in modo dettagliato alle domande più frequenti dei nostri pazienti.

X