Chirurgia Vascolare

Responsabile: Prof. Giovanni Nano

Reparto
Ambulatorio
Day hospital

Coordinatore Infermieristico

Katiuscia Chierico

 

 

  • EQUIPE
  • ATTIVITÀ CLINICA

    Centro di eccellenza ad elevata specialità per il trattamento chirurgico delle più importanti patologie vascolari, dagli inizi degli anni Novanta l’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare I è stata tra i primi centri in Italia ad intraprendere il trattamento endovascolare, direttamente appreso dal Dott. Nano alla scuola dal Prof. Parodi, pioniere del trattamento endovascolare, attraverso un interscambio culturale dapprima con l’Istituto Cardiovascolare di Buenos Aires e successivamente con l’Università di Sydney (Dr. Geoffrey White) e con l’Arizona Heart Institute (Dr. Dietrich).

    L’attività clinica è volta in particolar modo al trattamento degli aneurismi dell’aorta toracica ed addominale e dei vasi periferici, stenosi dei tronchi sovraortici che possono causare ictus, arteriopatie periferiche fino al salvataggio dell’arto e l’insufficienza venosa cronica in ogni suo aspetto. Esiste inoltre una consolidata esperienza nel trattamento delle urgenze vascolari, per cui il reparto è riferimento per numerosi centri esterni.  L’attività chirurgica vascolare maggiore e minore viene svolta con tecniche tradizionali e tecniche endovascolari consolidate ed innovative, con raggiungimento di livelli di eccellenza nella terapia endovascolare della patologia dei grossi vasi, nel trattamento delle lesioni carotidee e nella terapia degli arti inferiori anche con l’utilizzo dei materiali più innovativi. È poi in costante aumento il numero di interventi eseguiti in pazienti anziani, anche ultraottantenni, e con molteplici fattori di rischio cardiovascolare come il diabete, l’ipertensione arteriosa, le dislipidemie, il fumo e con le patologie più di frequente associate, quali l’insufficienza respiratoria e renale, l’obesità e i problemi circolatori diffusi, precedentemente considerati intrattabili ma che attualmente possono giovarsi delle terapie meno invasive ma altrettanto efficaci.

  • INTERVENTI

    Trattamento convenzionale, endovascolare o ibrido degli aneurismi dell'aorta toracica, addominale, toracoaddominale delle arterie degli arti, dei tronchi sovraortici e delle arterie viscerali

    Trattamento convenzionale, endovascolare o ibrido delle dissecazioni dell'aorta toraco addominale, dei tronchi sovraortici e delle arterie viscerali e periferiche

    Trattamento convenzionale ed endovascolare delle stenosi dei tronchi sovraortici

    Trattamento convenzionale, endovascolare o ibrido delle stenosi delle arterie degli arti per arteriopatie obliteranti

    Trattamento convenzionale, endovascolare o ibrido delle stenosi delle arterie viscerali per insufficienza celiaco mesenterica

    Trattamento convenzionale ed endovascolare della insufficienza venosa cronica degli arti inferiori

    Vulnologia

    Trattamento dei tumori del glomo carotideo e paragangliomi

  • ATTIVITÀ AMBULATORIALE

    Ambulatorio clinico di Chirurgia Vascolare

    L’ambulatorio clinico di Chirurgia Vascolare è rivolto sia all’inquadramento clinico di pazienti affetti da patologia del distretto arterioso e venoso, sia in fase preventiva.

    La visita ambulatoriale prevede una raccolta anamnestica di dati e la valutazione clinica. Se lo Specialista lo ritiene opportuno, il paziente viene poi avviato ad una fase diagnostica con esecuzione di accertamenti di primo/secondo livello. Particolare attenzione viene posta alla patologia arteriosa ostruttiva o aneurismatica delle carotidi, dell’aorta toraco-addominale, dei grossi vasi dell’addome (vasi viscerali, renali, iliaci), degli arti inferiori (compresa la cura del piede diabetico), degli arti superiori e all’insufficienza venosa cronica.

    L’ambulatorio clinico di Chirurgia Vascolare inoltre si occupa del follow-up dei pazienti sottoposti ad intervento chirurgico, mediante un programma di visite già stabilite all’atto della dimissione.

    Vengono infine eseguite medicazioni semplici e avanzate nel campo della vulnologia.

     

    Ambulatorio di diagnostica vascolare non invasiva (ecocolor-Doppler vascolare)

    Nell’ambulatorio di diagnostica vascolare non invasiva, i Chirurghi Vascolari dell’équipe effettuano in prima persona esami diagnostici di primo livello per la diagnosi della patologia arteriosa ostruttiva o aneurismatica delle carotidi, dell’aorta addominale, dei grossi vasi dell’addome (vasi viscerali, renali, iliaci), degli arti inferiori e degli arti superiori. Vengono inoltre eseguiti esami diagnostici per la patologia trombotica o varicosa delle vene degli arti inferiori, per la patologia venosa degli arti superiori e per il varicocele scrotale.

  • ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA

    Sede della II Scuola di Specializzazione in Chirurgia Vascolare dell’Università degli Studi di Milano dal 2003 al 2009 sotto la direzione del Prof. Domenico G. Tealdi, l’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare I rientra nel progetto della rete formativa delle attività didattiche e professionalizzanti per il Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche, il Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano (formazione dei laureandi, tirocinio professionalizzante, attività elettive e seminariali), per la preparazione all’Esame di Abilitazione all’esercizio della Professione Medica (Tirocinio post-laurea) e per la formazione dei medici in formazione specialistica per la Scuola Aggregata di Chirurgia Vascolare, attualmente diretta dal Prof. Livio Gabrielli.

  • RICERCA

    L’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare I afferisce alla linea di ricerca 3.

    Nell’ambito della linea 3 vi sono quattro filoni principali di ricerca: le patologie dell’aorta (toracica, toraco-addominale ed addominale), le patologie dei tronchi sovraaortici, le arteriopatie periferiche e le patologie del distretto venoso.

    Negli anni, la ricerca si è basata sull’analisi clinica delle malattie più comuni che interessano i distretti anatomici sovracitati, quali aneurismi, dissecazioni, stenosi arteriose carotidee e degli arti inferiori ed insufficienza venosa degli arti inferiori.

    Gli studi sono stati inoltre rivolti alla valutazione istologica, biochimica e biomolecolare per l’analisi dei meccanismi patogenetici alla base delle principali patologie di tali distretti, con fine traslazionale per la loro applicazione clinica, sia dal punto di vista preventivo che diagnostico-terapeutico. Con la medesima finalità vengono eseguiti studi di simulazione di interventi endovascolari mediante analisi computazionali e di fluido-dinamica.

    All’interno dei quattro filoni di ricerca, l’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare I ha partecipato e tuttora partecipa, in qualità di collaborazione o come Centro Coordinatore, a molteplici studi che hanno dato luogo a pubblicazioni scientifiche su riviste ad impatto nazionale e internazionale.

    In particolare si segnalano:

    1. Patologie dell’aorta toraco-addominale

    a. RESTORE Relay Endovascular Registry for Thoracic Disease.

    Registro multicentrico finalizzato a raccogliere dati sull’impiego di una endoprotesi nel trattamento degli aneurismi della aorta toracica (Co-Investigator), che ha dato luogo alle seguenti pubblicazioni:

    Endovascular repair of traumatic thoracic aortic injury: final results from the relay endovascular registry for thoracic disease. Zipfel B, Chiesa R, Kahlberg A, Marone EM, Rousseau H, Kaskarelis I, Riambau V, Coppi G, Ferro C, Sassi C, Esteban C, Mangialardi N, Tealdi DG, Nano G, Schoder M, Funovics M, Buz S, Hetzer R; RESTORE Investigators. Ann Thorac Surg. 2014 Mar;97(3):774-80.

    Two-year follow-up results of thoracic endovascular repair with Relay Bolton endoprosthesis: the experience of the Italian participants of RESTORE I registry. Tealdi DG, Nano G, Stegher S, Restore I Italian Collaborators. J Vasc Endovasc Surg 2011;18:1-2.

     

    b. Registro Ovation (Principal Investigator) che ha dato luogo alle seguenti pubblicazioni:

    Early experience with Ovation endograft system in abdominal aortic disease. Nano G, Mazzaccaro D, Stegher S, Occhiuto MT, Malacrida G, Tealdi DG, Alberti A, Volpe P. J Cardiothorac Surg. 2014 Mar 12;9:48.

    Preliminary results in endovascular treatment of abdominal aortic aneurysms by TriVascular Ovation endoprotesis. Report of the experience of two centers of vascular surgery. G Nano, D Mazzaccaro, S Stegher, MT Occhiuto, G Malacrida, DG Tealdi, A Alberti, P Volpe. J Vasc Endovasc Surg  2013;20:151-5.

     

    c. Protocollo VARIATA (in presentazione al comitato etico): studio della VARIabilità anatomica dell’origine dei vasi splancnici e renali dall’Aorta Toraco-Addominale, che in fase preliminare ha già dato luogo al seguente lavoro in via di pubblicazione:

    Variability of origin of splanchnic and renal vessels from the thoraco-abdominal aorta. Mazzaccaro D, Malacrida G, Nano G. Pub in progress Eur J Vasc Endovasc Surg 2014.

    2. Patologie carotidee

    a. Studio clinico randomizzato ACST-2. Studio clinico internazionale randomizzato e multicentrico disegnato con lo scopo di confrontare il trattamento endovascolare delle lesioni carotidee a quello chirurgico tradizionale nel paziente asintomatico (Principal Investigator), che ha dato luogo alla seguente pubblicazione:

    Status update and interim results from the asymptomatic carotid surgery trial-2 (ACST-2). ACST-2 Collaborative Group, Halliday A, Bulbulia R, Gray W, Naughten A, den Hartog A, Delmestri A, Wallis C, le Conte S, Macdonald S. Eur J Vasc Endovasc Surg. 2013 Nov;46(5):510-8.

    b. Studio SPREAD-STACI. Studio clinico randomizzato disegnato con lo scopo di raffrontare la terapia chirurgica carotidea immediata a quella dilazionata nel trattamento dell’ictus cerebrale (Principal Investigator).

    3. Patologie del distretto arterioso periferico

    a. Registro prospettico osservazionale multicentrico globale europeo, a braccio singolo, volto ad indagare l’utilizzo clinico e la sicurezza del catetere a palloncino rivestito con farmaco per angioplastica transulminale percutanea nella pratica clinica del mondo reale (Principal Investigator).

     

    b.            Centro coordinatore nazionale del registro italiano sull'efficacia del trattamento endovascolare nei pazienti con ischemia critica da lesioni steno-ostruttive del distretto femoro-distale utilizzando l'aterectomia direzionale (Principal Investigator), che ha dato luogo alla seguente pubblicazione:

    New data and clinical results supporting the use of directional atherectomy for infrainguinal peripheral artery disease. S Stegher, MT Occhiuto, D Mazzaccaro, G Malacrida, G Nano. J Vasc Endovasc Surg  2013;20:171-5.

    4. Patologie del distretto venoso

    a. Protocollo di studio delle varici recidive Sezione Lombarda SIF (Principal Investigator). Registro multicentrico prospettico che ha dato luogo alla seguente pubblicazione:

    Recurrent varicous vein: Histopathological evaluation and new perspectives: preliminary results. Viani M., Nano G, Mazzaccaro D., Stegher S., Pinto A., Riva A., Sparacio F., Farina A.,  D.G.Tealdi. J Vasc Endovasc Surg 2010;17(1-3):277-284.

    Si segnala inoltre lo sviluppo di un modello di istruzione mediante simulatore di interventi endovascolari destinato alla formazione di personale specialistico.

    L’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare I collabora inoltre a fini scientifici con il Politecnico di Milano, l’Università degli Studi di Pavia e l’Università degli Studi di Siena.

  • CONVEGNI

    Presso l’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare I sono stati organizzati i seguenti Convegni e Corsi di Aggiornamento:

    • VI° Corso di Aggiornamento del Centro Cardiovascolare "E. Malan", Milano. 25-26/1/2007- Hotel Michelangelo. "La patologia aneurismatica dell'aorta: I protagonisti rispondono".

    • "Terapia endovascolare delle lesioni dei TSA" prima edizione febbraio - aprile 2008.

    • Corso teorico pratico. "L'associazione degli aneurismi dell'aorta addominale e delle lesioni carotidee". San Donato Mil.se. 10/5/2008.

    • "II Edizione"Terapia endovascolare delle lesioni dei TSA" marzo-maggio 2009.

    • VII° Corso Internazionale di Aggiornamento del Dipartimento Cardiovascolare "E. Malan", Milano, 29-30/1/2009 Hotel Michelangelo. I risultati delle procedure endovascolari nella malattia aneurismatica: quali evidenze.

    • "III Edizione"Terapia endovascolare delle lesioni dei TSA" febbraio-aprile 2010.

    • "I Edizione "Terapia endovascolare degli aneurismi" marzo -maggio 2011.

    • I° Corso di Aggiornamento per Infermieri "Il trattamento endovascolare della patologia carotidea" 7/5/2011 San Donato Mil.se.

    • Workshop "La fissazione anatomica e le sue prospettive" - IRCCS Policlinico San Donato. San Donato Milanese (MI), 10 novembre 2011.

    • "II Edizione "Terapia endovascolare degli aneurismi" marzo -maggio 2012.

    • AAA Nuove frontiere nel trattamento. Milano. 8/3/2012.

    • Corso residenziale per Infermieri "Il trattamento endovascolare degli aneurismi è oggi una valida alternativa al trattamento chirurgico open". 25/5/2012.

    • Corso residenziale per infermieri. Insufficienza venosa arti inferiori. 27/10/2012.

    • Corso residenziale per Medici di Medicina generale "Il piede diabetico" 16/11/2012.

    • Corso residenziale per medici. "Corso teorico pratico EcoColor Doppler". 13/12/2012.

    • 8° Congresso Regionale S.I.F. Società Italiana di Flebologia "Varici e società…update in flebologia" IRCCS Policlinico San Donato, San Donato Milanese (MI), 13 aprile 2013.

    • "Training on Endovascular Procedures" Ecuador 16-20 aprile 2013.

    • "III Edizione "Terapia endovascolare degli aneurismi" marzo-maggio 2013.

    • "Terapia endovascolare degli aneurismi" ottobre-novembre 2014.

X