Al Dott. Massimo Chessa il Premio Nazionale “Bonifacio VIII”

L’Accademia Bonifaciana ha conferito al Dott. Massimo Chessa, responsabile dell’unità di cura Cardiopatici Congeniti Adulti dell’IRCCS Policlinico San Donato, il Premio Nazionale “Bonifacio VIII”per l’impegno profuso nello sviluppo della disciplina e nell’assistenza al cardiopatico congenito adulto. 

Giunto alla diciassettesima edizione, il riconoscimento è stato assegnato negli anni a esponenti di rilievo del mondo ecclesiastico, della società civile, politica, militare e scientifica dall’istituto di cultura universitaria e di studi superiori che ha sede nel Palazzo Papale di Anagni. 

Il Dott. Massimo Chessa ha ritirato il premio, un’opera bronzea dello scultore Egidio Ambrosetti, durante la cerimonia avvenuta domenica 31 marzo, presso la Sala della Ragione del Comune di Anagni. 

Al Policlinico San Donato dal 2001, il cardiologo pediatrico si è contraddistinto per l’impegno e la dedizione nella cura dei pazienti affetti da cardiopatia congenita, specializzandosi nel trattamento e follow-up in età adulta. È del Dott. Chessa l’intuizione di creare la Transition Clinic, un progetto che si occupa di sostenere i pazienti cardiopatici congeniti nel delicato passaggio dall’adolescenza all’età adulta, garantendo loro una continuità assistenziale adeguata e di alta qualità fornita da un team multidisciplinare. 

X