Il tuo 5x1000 è una storia di cuore

Con il tuo 5x1000 sostieni i medici e i ricercatori nel prevenire l’insorgere delle patologie cardiovascolari, individuare nuove cure, perfezionare le diagnosi e le tecniche di intervento per migliorare la qualità della vita.

 

CHI SIAMO

Il prestigioso riconoscimento come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico per lo studio e la cura delle "Malattie del cuore e dei grandi vasi nell''adulto e nel bambino" (Decreto Ministeriale del 6 marzo 2008) inserisce il Policlinico tra gli Istituti di ricerca di rilevanza nazionale.

 

MIGLIORARE LA CURA

I nostri medici e ricercatori lavorano sinergicamente per trovare cure sempre più efficaci alle malattie più diffuse del nostro secolo. Attraverso i nostri progetti e studi clinici, ci poniamo l’ambizioso obiettivo di contribuire al progresso della ricerca scientifica.

 

PREVENIRE LA MALATTIA

L’attività di prevenzione è fondamentale per ridurre l’insorgenza delle patologie croniche. Grazie a iniziative di informazione, sensibilizzazione e educazione, la Fondazione combatte le malattie anche promuovendo la cultura di un corretto stile di vita.

 

PERCHÉ DONARE IL TUO 5X1000 ALL'IRCCS POLICLINICO SAN DONATO?

Le patologie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte dei Paesi industrializzati; da sole sono responsabili di circa il 40% dei decessi complessivi, superando di gran lunga la mortalità dovuta ai tumori. È urgente e importante impegnarsi nella ricerca e nella prevenzione delle malattie del cuore. Oggi continuiamo a investire nella prevenzione, nel miglioramento della qualità della vita e nella ricerca scientifica.

 

COSA FACCIAMO GRAZIE AL TUO 5x1000

Il tuo contributo sarà utilizzato dalla GSD Foundation per sviluppare le soluzioni terapeutiche più innovative nel trattamento delle cardiopatie acquisite e congenite.

 

Lo sapevi che…


…dopo un infarto, alcune cellule del cuore muoiono e sul tessuto cardiaco si formano cicatrici?
Il muscolo non è più in grado di contrarsi correttamente, si deforma e si indebolisce, dando vita a un processo degenerativo della funzione cardiaca.


…è possibile curare le cellule del cuore danneggiate?
I nostri ricercatori stanno studiando il meccanismo di rigenerazione del tessuto cardiaco. Grazie all’utilizzo di biomateriali e alla riprogrammazione cellulare, stiamo lavorando per creare dei tessuti artificiali biocompatibili e permettere al cuore di auto-ripararsi.


…lo scompenso cardiaco è una delle malattie cardiovascolari più gravi e debilitanti?
Da 20 anni i nostri medici osservano tutti i pazienti sottoposti a interventi chirurgici, procedure interventistiche o sotto terapia farmacologica per la cura dello scompenso cardiaco cronico post-infarto. Questa osservazione ci consente di verificare il trattamento più efficace in termini di miglioramento della qualità della vita.

 

…la tecnologia 3D ci può fornire un grande aiuto nella pianificazione degli interventi al cuore?
Grazie alla collaborazione tra medici e ingegneri, creiamo dei modelli che riproducono perfettamente l’anatomia del cuore e dei vasi sanguigni di ciascun paziente. Possiamo quindi pianificare un intervento nel modo più accurato possibile e simulare il comportamento del cuore e del flusso sanguigno dopo l’impianto, per esempio, di uno stent o di una valvola.

 

…in Italia ci sono oltre 100.000 persone affette da malformazioni cardiache dalla nascita?
Siamo centro di riferimento internazionale per la cura delle cardiopatie congenite. All’IRCCS Policlinico San Donato trattiamo ogni anno oltre 1.000 casi, provenienti da tutto il mondo, in età pediatrica e adulta. Grazie a un’attività di ricerca clinica costante, i nostri medici curano queste complesse patologie utilizzando le tecniche più evolute in cardiochirurgia e cardiologia interventistica.

 

…stiamo perfezionando la cura per la Sindrome di Brugada?
È una rara patologia cardiaca genetica ereditaria, responsabile di circa il 15-20% delle morti improvvise nei pazienti sotto i 40 anni. I nostri cardiologi stanno seguendo il decorso clinico di un gruppo di pazienti che, sottoposti a una particolare tecnica di ablazione cardiaca, non presentano più i segni della malattia.

 

I NOSTRI OBIETTIVI

  • Ridurre il numero di decessi e incidenti di origine cardiovascolare
  • Vivere meglio e più a lungo con un cuore sano

 

QUEST'ANNO SOSTIENI ANCHE TU LA RICERCA DELL'IRCCS POLICLINICO SAN DONATO PER SCONFIGGERE LE MALATTIE CARDIOVASCOLARI

Sostenere il Policlinico San Donato significa contribuire al progresso della ricerca italiana di eccellenza e dare, così, speranza concreta a tutti coloro che ancora sono in attesa di una cura migliore.


COME DONARE

Metti la tua firma nel riquadro "Finanziamento della ricerca sanitaria" indicando il codice fiscale 05853360153

X